E il Cuore sognò di essere capito ascoltato e accettato pur nella sua forma fragile ma tenace…

Mi manchi

Anche a me piace leggerti, sei particolare, quasi come un libro da leggere d’un fiato,a volte un po’ sospeso, perche’ l’altalenarsi dei tuoi stati emotivi, s’intravedono tra le righe … chissa’ perche’ mi piace immaginarti a volte stracotto, camicia un po’ slacciata, sorriso dolce e, carte in quantita’ sulla tua scrivania, altre volte invece, maniaco dell’ordine, qualche scatto involontario che lascia perplesso chi ti è accanto, che poi però puntualmente sorride anche se desidererebbe darti una pacca sulla spalla accompagnata da un sonoro … vaffa’a’a’a’a’ …

Immagini, già immagini della mia fantasia troppo fervida a volte, troppo coinvolgente, da rendere le mie stesse righe, parte di un mio racconto, del mio mondo caotico e dei miei sogni, della mia realtà più interna … E’ buffo saperti lontano, ma sapere che ci sei comunque, mi fa bene … le mie mani corrono veloci, ma i miei pensieri ancor di più, 01.10 … non voglio che vada via senza un mio saluto, devo fare in fretta, accorciare il filo delle mie idee … che noia pero’ sta cosa, che faccio, anche con te corro?

Eppure io sono una valanga che non si ferma, rotola a valle e sorpassa gli ostacoli, fino a fermarsi esausta, senza respiro, fronte imperlata e mani stanche sempre troppo strette, per stringere poi cosa? Non lo sooo … vallo a capire … la vita scorre, i giorni passano, le ore sempre troppo brevi, non mi permettono mai di fare cio’ che vorrei … partire, volare, andare lontano, respirare, chiudere gli occhi e come un cieco vivere per sviluppare gli altri sensi, far correre le emozioni e, finalmente vivere … ma tu sai che non posso, non mi e’ concesso … ma io? Io esisto , esisto anche io, sono una persona, un essere umano, che grida senza voce, ma gli altri?

Tutti troppo ciechi, troppo indaffarati, sordi e muti per accorgersi di me … che senso ha tutto questo? Allora devo continuare a fare in fretta, a correre, a pensare e, fermare sulla carta, cio’ che la mia bocca non sa piu’ dire … o che stanca forse si rifiuta di dire … labbra serrate, occhi stanchi e … sono le 01.36 mi fermo altrimenti vai via …

Richiudo la scatola dei ricordi…aspetta… ancora un attimo…non puoi sparire così… io non voglio… mi manchi papà!

Annunci

6 Risposte

  1. Cara Fata, sai toccare come pochi le corde invisibili ma belle del cuore. Traspare sempre in
    ogni tua parola, frase, poesia, pensiero, la bellezza della tua anima.

    Commossa , ti lascio un abbraccio
    Ombre

    14 ottobre 2011 alle 09:48

  2. Nella ricerca di immagini, mi sono in te imbattuta ed ho assaoprato la tua sensibilità…
    Con ammirazione
    Ros

    30 gennaio 2012 alle 12:55

    • Grazie di cuore, bello accogliere nella mia casa chi passa e si ferma per leggere una parte di me!
      Un sorriso per te
      Fata scalza

      30 gennaio 2012 alle 13:05

  3. Emozione viva . Ciao patty

    1 marzo 2012 alle 20:16

    • Grazie Naz… di cuore…
      Baciotto per una notte dolce!

      1 marzo 2012 alle 21:17

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...