E il Cuore sognò di essere capito ascoltato e accettato pur nella sua forma fragile ma tenace…

Riflessioni

Per voi amici


Colgo l’occasione per salutare tutti gli amici…
quelli che mi sono stati accanto pazientemente e non si sono mai dimenticati di me…
ed anche coloro che, forse anche a giusta ragione, ormai mi davano per dispersa…
incapace di ritrovarmi oppure chissà pensavano
ad un mio definitivo allontanamento dal mondo del ” bloggare”.
Augurissimi sia pur con ritardo di un anno nuovo all’insegna di pace e serenità…
un anno dal quale tutti riusciremo a trarne il meglio…
Abbiamo bisogno più che mai… di fiducia… ma anche di tanta autostima per
graffiare eventuali negatività… credendo sempre in noi stessi!
Gli auguri che vi porgo con il mio affetto di sempre… sono anche gli auguri che faccio a me stessa!
Augurissimi amici miei… tutto il bene che ognuno di voi merita ve lo auguro a piene mani e a cuore aperto…


Stasera però vorrei dirvi anche un’altra cosa…
Da poco il mio blog ha compiuto un anno…
un anno da un lato splendido perchè ho avuto modo d’incontrare sul mio cammino voi…
dall’altro per me molto travagliato…concluso con una bruttissima notizia… la morte del mio migliore amico…
Di acqua sotto ai ponti ne è scivolata… pian piano ho ripreso a sorridere…
sono magari ancora distante dalla totale serenità… ma ci vuol tempo…
quel tempo che non fa dimenticare… ma paradossalmente mi fa crescere…
La spinta che mi ha convinta a fare ciò che ora vi dirò…
nasce da un mio malessere stagionale… una brutta bronchite… ed io che di solito ho la pellaccia dura…
mi sono spaventata tantissimo… fin quando per la prima volta …dopo tempo ormai immemore …
ho sognato il mio amico… lo vedevo in forma… ma lui mi raccontava del suo male, del suo dolore…
poi sorridendomi come sempre mentre mi accarezzava i capelli… quasi a sapere del mio malessere…
mi diceva… aspetta ancora un poco per uscire… c’è vento… poi nel nulla svaniva… così come era comparso…
Con questo voglio dire… vi prego non prendetemi per matta…
ma io ho la certezza comunque che la sua carezza e le sue premure io le avrò per sempre…
Dunque… ora torniamo a noi…
Tornare a scrivere in questo blog… non mi va… troppi ricordi… troppe emozioni…
credo che sia giusto che anche loro… finalmente riposino in pace…
Cancellarlo è totalmente escluso… fa parte di me … di Patrizia… di uno stralcio del mio io…
per cui ho aperto un secondo blog sempre qui… in wuordpress…
Sarà una nuova creatura… un blog semplice dove inizierò a scrivere qualche mio pensiero giornaliero…
senza troppe pretese… poi vedremo…
Per cui vi chiedo di seguirmi al link che vi scriverò… sarò felice di non perdervi…se lo desiderate ancora!
Si chiama:
“My new day” http://iopatrizia.wordpress.com/
mentre scrivo, in diretta con voi, la parola fine sul blog di Fata scalza…
Vi voglio bene
Patrizia

Annunci

Realtà



La realtà è quella quando ti svegli ogni mattina,
sbadigliando, con gli occhi ancora semichiusi…
ma stai attenta a scendere con il piede giusto e sorridi alla vita…
La realtà è quando ti scontri nelle prime ore del mattino con volti tesi,
dove il sorriso non è mai nato, in attesa di un tuo sbaglio per godere sadici…
anche quella è realtà… quella realtà che ti stringe, ti soffoca e vorresti
essere calata mille miglia in un’altra realtà…
Ma la realtà in fin dei conti è soltanto una oppure noi pedine siamo fatti di tante realtà
tutte diverse, tutte importanti, nessuna però indispensabile eppure complementari che chiudono il cerchio e formano la realtà… quella che crediamo unica…?
La realtà è quel lungo filo senza fine e noi acrobati in bilico su di esso attenti a non cadere
apriamo le braccia e reggiamo i nostri perché le nostre convinzioni i nostri errori…
E vediamo cadere chi ci precede o chi ci segue … vediamo mani stese in cerca soltanto di un appiglio… ma noi attoniti guardiamo incapaci di aiutare… certi di sprofondare insieme al mal capitato… anche questa è realtà…
Come lo sguardo innocente di chi in te si riflette in cerca di sostegno di un punto di riferimento in questa realtà senza schemi un po’ banderuola che come in un vortice c’ingloba fagocitando i nostri pensieri… ed ancora di più le nostre emozioni… anche questa è realtà…
La tua realtà … la mia… quella del malfattore, quella del bambino appena nato che muto interroga la madre… _E’ questa la mia realtà?_
La realtà in fin dei conti è un puzzle di cellule impazzite che vagano in cerca di una cellula gemella… scontrandosi, annaspando, impazzendo tra di loro… anche questa è realtà…
Realtà scandita dai minuti che passano da una sveglia che ti ricorda gli impegni, dal sorriso che devi vestire sempre per non deludere chi in te crede ed ha fiducia… senza capire che la realtà sono quelle grida ovattate, quei silenzi soffocati , quei muri alti … sempre più alti di cellule che si difendono per non sprofondare…
La realtà sono questi pensieri miei… forse senza testa né coda… dove l’impulso di scrivere è irrefrenabile assecondato da dita che corrono veloci sulla tastiera… ancor più veloci … del tuo pensare che questo scritto ti suscita… anche questa è realtà… la mia realtà negli occhi riflessa nella realtà dei tuoi occhi…
Patrizia


Il mio grazie



Ringrazio tutti coloro che hanno avuto in questo tempo un sol pensiero per me…
Chi un po’ mi conosce sa bene che non dimentico gli amici…
Inizierò a scrivere un po’ per volta
ed anche se i miei commenti in questo tempo scarseggiano, sappiate che vi seguo ugualmente!
Patrizia


Lui non c’è più…


Ho atteso, pazientato… aspettato solo un cenno… come sempre…invece silenzio…
Uno strano silenzio che mi spiazzava, perchè ero abituata ad un sms, una mail, una telefonata…
_Ciao strega, come stai??_
Io fingevo di arrabbiarmi e poi ridendo gli dicevo… _ Io strega???_ e lui mi rispondeva… _si, tu strega… una strega che mi ha stregato il cuore…_
La nostra amicizia è durata tanti anni, l’ho accompagnato nel suo calvario, ridato per quel poco che potevo coraggio, voglia di andare avanti, di combattere…
Un uomo molto coraggioso, ilare ed ironico, nonostante tutto…sempre pronto a sorreggermi se ero triste, a dividere con me una mia gioia familiare e non, felice di esserci… io felice di averlo incrociato sul mio cammino…
La nostra amicizia non era a correnti alterne… la sua presenza era costante il suo asserire che io lo trattavo da uomo normale… senza mai fargli pesare la sua malattia… ed era vero… quante volte mi sono arrabbiata con lui… quante volte lui faceva l’offeso… ma poi dopo poco, me lo ritrovavo tra le mie pagine…nella mia posta… sul mio cellulare…
Poi il silenzio… questo silenzio che odiavo… che mi pesava sul cuore più di un macigno…
Io che ho grande rispetto dell’amicizia… pensavo… si è stancato… ora è forte… forse vuol volare da solo … devo aprire la mano… e lasciarlo andare…
Io che però non me ne facevo una ragione ed annaspavo senza mai forzare quei silenzi…
Io che forse facevo lo struzzo e nascondevo la testa sotto la sabbia…
Fin quando ieri, ho saputo dopo tanto aspettare, la verità…
Ho sciolto i miei dubbi come una matassa si dipana perchè il capo finalmente è libero…
Un annuncio retrodatato
“_ XX XX 2010 ore 15.00 ultimo saluto a XXXXXX XXXXXX che ieri ha lasciato la sua dolorosa vita terrena, per essere al cospetto del Padre amoroso…_”
Una doccia ghiacciata, dalla fine del 2010 proprio quando aveva smesso di cercarmi…
Me ne sto ferma, imbambolata, senza alcuna reazione… proprio come quando morì il mio papà…
Io che avrei dentro la voglia di urlare… sono solo una statua di gesso…
Io che ora mi sento sola, perchè non so più raccontarmi, io che ho messo il punto ai miei dubbi…, io che quasi, quasi, avvertivo qualcosa, quando ho scritto l’ultimo racconto… io che so solo ora di poter contare su una carezza ai confini del reale… perchè lui non c’è più…
Patrizia


Ultime novità

 

In questi giorni ho ristrutturato il blog delle mie creazioni.
Catalogato tutto in pagine per avere un’esatta cronologia di quanto ho riportato.
Se vi va di dare uno sguardo … lascio il link

http://lecreazionidipatrizia57.blogspot.it/

Sono giorni per me un pò caotici…
non andando in vacanza,
abbiamo pensato di ristrutturare il salone…
Ero stanca di rispecchiarmi in un ambiente molto classico…
ho voglia di aria… di novità…
E non importa da dove inizi…
in ogni caso, come posso scappo al P.C. almeno per leggere i vostri posts…
ormai fate parte di me… delle mie giornate,
del mio vivere quotidiano…
I commenti sono in archivio…
ma non tarderò a postarli…
A presto.
Un abbraccio
Patrizia


Il mio grazie



Credo di essere una persona fortunata, perchè non solo credo nell’amicizia( sia pur virtuale)
ma voi tutti oggi con grande carineria mi siete stati accanto in questo giorno speciale per me: il mio compleanno!
La distanza non rappresenta un limite, e lo spazio fisico, si accorcia… se si riesce ad intendersi con il cuore…
ed io vorrei ad uno, ad uno ringraziarvi abbracciandovi per avermi donato questa grande emozione!


Il mio grazie a tutti gli amici di facebook
http://www.facebook.com/patriziadelgrosso

 

Il mio grazie a Sergio che mi ha veramente commossa per avermi dedicato un intero post e coinvolto a sua volta tutti i suoi amici…
http://sergiobaldin.wordpress.com/2012/07/09/9-luglio-buon-compeanno-patrizia/buon-compeanno-patrizia/

 



Il mio grazie alla mia piccola ex alunna che mi ha scritto una lettera dolcissima
Ciao,oggi è il tuo compleanno così voglio farti degli auguri speciali, speciali come lo sei tu.
E’ un giorno importante,e tu meriti il meglio del meglio perchè sei una persona meravigliosa che da tanto, e quindi almeno in questo giorno spero che tu sia felice.La felicità non bussa alla nostra porta ma si trova giorno per giorno in ogni piccola cosa, e tu più di ogni altro la meriti in ogni sua piccola parte.Vorrei essre vicino a te per dirti tutto ciò ma purtroppo non è così, perciò l’ unica cosa che posso fare è starti vicino con il mio pensiero e il mio cuore. Ti voglio bene, davvero credo che tu lo sappia, Un felice compleanno.
Claudia



Il mio grazie a tutta la mia famiglia che mi ha circondata di tante tenerezze…



Ho voluto raggruppare tutte quelle che sono state le mie emozioni …
ma non so se basterà soltanto un mio e semplice grazie
per ricompensarvi di tutto ciò che mi avete donato…
Grazie…
Patrizia


Ciao fata


C’è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante
Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.
Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per gemere e un tempo per ballare.
Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.
Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per serbare e un tempo per buttar via.
Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.
Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace…
(dal web)